Centro Kore

The work is both directed to young people (in cooperation with schools or prisons for young people) and to adults (in cooperation with Local Administrations).

At school the work generally consists in the promotion of seminars and meetings with small groups of students or teachers to enhance reflections about existing conflicts. The students are also trained to become “peer mediators”.

For adults (outside schools) we also work with our “Kore counselling centre” for psychological, legal and practical support to victims, or more generally people with conflicts.

Il CRESM attraverso il centro Kore, sportello di supporto alle vittime, è da anni impegnato in progetti di mediazione finalizzati sia alla prevenzione primaria (conflitti familiari, di vicinato, intergenerazionali etc.) sia alla prevenzione secondaria (mediazione penale e giustizia ripartiva rivolta ai minori).

Le attività sono destinate sia agli adulti che ai minori.

In particolare il lavoro nelle scuole consiste nel  promuovere  seminari e incontri con piccoli gruppi di studenti e insegnanti per implementare il dibattitio sui temi della conflittualità nelle scuole. Gli studenti inoltre sono formati per  diventare “mediatori tra pari”.

Gli adulti  beneficiano attraverso le attività del Centro Kore, dei servizi di ascolto attivo, sostegno psicologico, giuridico-pratico e mediazione.

Attività interistituzionali: Sottoscrizione da parte del CRESM dell’Accordo di Programma che prevede l’inserimento delle attività degli sportelli Kore all’interno di due Piani di Zona 2013/2015 del Distretto Socio Sanitario 54, di cui Castelvetrano è il comune capofila e del Distretto Socio Sanitario 52, Marsala-Petrosino.

ATTIVITA’ SPORTELLO KORE

Sono due gli ambiti di intervento entro cui si muove la suddetta azione di riferimento:

  1. Ambito adulti.
  2. Ambito minori.

Ambito adulti

  • Accoglienza delle vittime attraverso incontri di ascolto finalizzati all’ascolto e alla comprensione della richiesta di aiuto. Rientra in tale momento l’orientamento e l’accompagnamento della vita e, all’utilizzo dei servizi territoriali o, laddove compatibile con il disagio presentato dalla vittima, verso gli altri Servizi offerti dal Centro Kore.
  • Sostegno psicologico: incontri di sostegno psicologico finalizzati ad offrire alla persona offesa uno spazio di espressione in cui dare voce ai propri vissuti affinchè trovino riconoscimento e quindi elaborazione. La funzione di questa tipologia di servizio è quella di consentire alla vittima di sentirsi accolta, ricostruire un sentimento di fiducia e dare voce ai propri vissuti.
  • Consulenza informativa legale: mirata al raggiungimento di una maggiore consapevolezza dei propri diritti e degli strumenti giuridici.
  • Mediazione penale e sociale: nel caso in cui la persona che vive una situazione conflittuale esprime la volontà di confrontarsi con l’altro in uno spazio riservato e neutrale.

Ambito minori

Per quanto riguarda le attività rivolte ai minori e dell’indotto scolastico in generale, è possibile distinguere tra attività di prevenzione primaria e secondaria.

Prevenzione primaria:

  • Attivazione di spazi di ascolto e mediazione scolastica rivolti agli alunni delle scuole secondarie di I e II grado del distretto socio-sanitario. Nello specifico, la metodologia utilizzata prevede esercitazioni in cooperative learning, brain storming, role plaining, drammatizzazioni e attività su schede precostituite. Ad oggi sono più di 500 i giovani che hanno beneficiato delle nostre attività attività.
  • Attivazione di Corsi di mediazione scolastica tra pari per gli alunni delle scuole di ogni ordine  e grado del territorio del distretto socio-sanitario Ad oggi sono più di 200 i giovani formati tra la provincia di Trapani e Dublino

Prevenzione secondaria:
Progetti di giustizia riparativa

  • Coinvolgimento di minori provenienti dal circuito penale in un percorso educativo caratterizzato da attività culturali, artistico-ricreative e finalizzato all’auto conoscenza, consapevolezza delle proprie problematiche, dei bisogni e delle proprie potenzialità e/o abilità.
  • Attivazione di progetti di giustizia ripartiva per i minori che fanno parte del circuito penale

Leave a Reply