Cosa Facciamo

Il CRESM promuove iniziative di sviluppo integrato e sostenibile e di inclusione sociale in Sicilia e nel Mediterraneo. Siamo una organizzazione non profit (cooperativa sociale), indipendente e libera da influenze politiche e religiose.

Le attività e i progetti del CRESM si riferiscono prevalentemente a 5 aree di intervento, fra di loro interconnesse:

Rigenerazione di Comunità

Fin dai tempi del terremoto del Belice (nel 1968), con Lorenzo Barbera e i suoi collaboratori,  e poi del terremoto in Irpinia (1980) ci siamo spesso occupati di promuovere approcci partecipativi che consentissero la Rigenerazione delle Comunità, dando sostegno alla creatività e alla resilienza per superare le avversità e le paure.

Il nostro Belìce/EpiCentro della Memoria Viva, è un luogo con lo scopo specifico di celebrare il potere rigenerativo messo in atto dalla Comunità del Belice, sia prima che dopo il terremoto del 1968.

Sviluppo Rurale

Fin dal 1973 ci occupiamo di studi e iniziative rivolte allo sviluppo delle Comunità rurali (in tutto il Meridione). A partire dagli anni ‘90, il lavoro del CRESM (in Sicilia e Irpinia), con Lorenzo Barbera, è diventato uno degli elementi di ispirazione per la nascita in Europa del Programma LEADER (1993). Da quel momento gran parte dell’attività del CRESM per tutti gli anni ‘90 e tuttora è stata dedicata alla promozione di partenariati di sviluppo rurale (GAL, Gruppi di Azione Locale LEADER) in tutto il Meridione. Inoltre ci occupiamo molto di formazione per lo sviluppo rurale e per la qualificazione delle produzioni agricole.

Immigrazione e Inclusione

Abbiamo una lunga esperienza (dal 1994) di lavoro a favore dell’integrazione dei migranti. Dalle prime esperienze condotte a Mazara del Vallo con la comunità tunisina negli anni ‘90, al lavoro direttamente in Tunisia con gli immigrati che volevano ritornare in patria, fino al lavoro con le 19 comunità immigrate di Palermo, abbiamo sempre lavorato per creare spazi di dialogo e collaborazione fra immigrati e popolazione locale.

Giovani

Lavoriamo molto con i bambini e con i giovani sia dentro che fuori la scuola. Ci interessa stimolare i giovani verso una attiva e responsabile attitudine verso i propri contesti locali, ma anche facilitare l’interazione sociale ed evitare problemi di bullismo o altro genere di violenze. Di recente, tramite il Metodo YouthBank stiamo cominciando a responsabilizzare ancora di più i giovani verso le loro comunità, consentendogli di diventare dei veri “attori” dello sviluppo, con una reale capacità di analisi e decisione (in maniera adeguata alle loro possibilità).

Mediazione Sociale e Vittime

Abbiamo raggiunto un alto grado di professionalità nella promozione della Mediazione Sociale per la soluzione di conflitti e tensioni. Partecipiamo alle più importanti reti internazionali sul tema. Dal 2013 abbiamo anche promosso diversi sportelli di ascolto per vittime di violenza (Centri Kore).